Smartphone del futuro, parola d’ordine display flessibili

display-flessibiliI produttori ci hanno preso in giro con i display flessibili per anni, è difficile trovare una fiera in qualsiasi parte del mondo che non ha uno stand con uno di questi prototipi sottili come un foglio di plastica messi a disposizione per essere contorti e appiattiti più volte in maniera ripetuta. Il futuro, dicono, sarà composto da questi display, integrati di tutto, con una forma di braccialetti display. Quello che non ti stanno dicendo è che, questo trend non riguarderà solo gli schermi, che faranno sembrare i futuri dispositivi high-tech, e futuristici, ma si stanno iniziando a vedere anche le prime batterie flessibili, per non parlare dei circuiti flessibili. Dopo queste affermazioni possiamo immaginare che nel breve periodo ci ritroveremo con uno di questi fantastici gadget sul polso. Purtroppo va sottolineato che i futuri smartphone saranno rigidi come quelli attuali ma utilizzeranno tecnologie flessibili.

Infatti i display flessibili sono meno fragili, non tutti sanno che anche Gorilla Glass è fragile basta una piccola martellata per spaccarlo, anche se molte volte non al primo colpo! Mentre un display con film plastico è sorprendentemente resistente! Come nel video in questa pagina.

Fare schermi con le nuove tecnologie flessibili, potrebbe significare la fine di schermi rotti, oltre che risultare più sottili, infatti tutti i produttori del pianeta si stanno impegnando per cercare di rendere millimetro dopo millimetro sempre più sottili i display flessibili. C’è da dire che anche con il vetro è possibile fare dei display sottili ma non sono equiparabili a quelli flessibili.

Quindi il vantaggio reale di componenti flessibili è che essi non possono essere flessi e arrotolati dall’utente finale, invece, potranno essere sfruttati per costruire dispositivi più sottili, più veloci, più resistenti, e saranno ottimizzati per utilizzare al meglio lo spazio all’interno dei dispositivi elettronici. Flessibile è il futuro, questo è sicuro, ma solo all’interno dei nostri dispositivi.