Baby Bubble la culla hi-tech a forma di bolla che si autopulisce

Il Baby Bubble ideato dalla designer Lana Agiyan è un lettino vuoto-termoformato per bambini in acrilico, che è stato ispirato da un bicchiere tradizionale russo chiamato Nevalyashka. Il lettino trasparente può oscillare in ogni direzione fino a un angolo di 17 gradi, ma ritorna ad un posizione verticale grazie ad un centro in plexiglass dal peso di 15 kg.

Il materassino stesso contiene uno strato di grano saraceno, che ha varie proprietà benefiche ideali per i bambini, perché è naturalmente antibatterico, anallergico, anti fungine, traspirante, isolante e resistente agli odori e da l’impressione al bambino di dormire su una nuvola all’interno di una bolla, così permette ai genitori ansiosi di vedere ogni movimento del loro figlioletto in tutta serenità.

Uno degli aspetti più insoliti del Baby Bubble è il polimero liquido che contiene un nano biossido di titanio, con cui il letto è stato trattato nel rivestimento. Creato in collaborazione con la società Nanoformula, che afferma di migliorare la trasparenza ottica ed inoltre per ionizzare il lettino, il che lo rende autopulente ed in grado di eliminare gli odori.

L’attività fotocatalitica delle nanoparticelle di biossido di titanio entra in funzione quando il lettino viene esposto alla luce solare eliminando la sporcizia e l’ inquinamento dell’aria. Il rivestimento è in grado di eliminare i germi che si creano nei graffi del lettino, rendendolo più sicuro per il piccolo rispetto alle traversine delle comuni culle, inoltre risulta essere eco-friendly, e certificato per l’uso nell’Unione europea.

Il Baby Bubble può essere usato dai neonati fino a cinque mesi per poi riutilizzarlo come deposito giocattoli, attualmente è in fase di sviluppo con una società di mobili indiani, che spera di metterlo in produzione al più presto. Non c’è nessuna informazione su quanto costerà.