Microsoft Outlook.com in alternativa ad Hotmail

Oggi Microsoft ha lanciato un nuovo servizio di posta elettronica chiamato Outlook.com, come alternativa al ben noto Hotmail, non è una versione riprogettata di quest’ultimo, ma qualcosa di completamente nuovo. Per ora, almeno, il nuovo servizio esiste in maniera separata da Hotmail, come se Microsoft tentasse di prendere le distanze dal cattivo Hotmail. Come spesso accade, le caratteristiche di accesso alle e-mail sono fondamentalmente le stesse per entrambe i servizi, ma dal punto di vista visivo, Outlook.com è tutto quello che non ha Hotmail: dove Hotmail ha la pecca di distrarre con banner ed annunci video, in Outlook.com gli ads sono più discreti. Infatti, non troverete tutti gli annunci mirati su conversazioni con singoli individui ma l’interfaccia è stata ottimizzata per un accesso rapido a Twitter e Facebook, dove è possibile rispondere in un’unica posizione che rende le comunicazioni rapide ed efficaci, così come nei commenti di un post.

L’integrazione di Skype nel nuovo servizio di posta è finalmente arrivata, in modo tale da offrire una comunicazione a 360 gradi, anche se tale caratteristica non è ancora presente oggi. Soprattutto, però, Outlook.com offre una nuova interfaccia minimale progettata per tenere lontano gli utenti da Gmail che effettivamente offre un servizio superiore ad Hotmail.

Outlook.com è aperto al pubblico a partire da oggi in maniera gratuita. È possibile creare un nuovo account o accedere utilizzando un indirizzo esistente Hotmail, anche se è ancora in fase di anteprima, chiunque può iscriversi. Lo storage è “virtualmente” illimitato però Microsoft non vuole regalare a potenziali spammer un account illimitato, infatti per i nuovi utenti che creano un nuovo account Microsoft per la prima volta ottengono i soliti 7GB di storage gratuito SkyDrive.

Quindi riepilogando Outlook.com comprende in un’unica interfaccia: posta elettronica, integrazione Facebook e Twitter, videochiamate Skipe, SkyDrive con spazio illimitato più Word Excel PowerPoint e OneNote, Calendario e Gestione Contatti con condivisioni qua e là dei vari servizi su più dispositivi, il tutto tramite web browser. Che dire ci voleva il 2012 per vedere tutto questo ben di dio in maniera gratuita da parte di Microsoft.